Blog

(tecnologia, informatica, programmazione, trucchi)

Domenica, 07 Luglio 2024 17:43

Scontrini e ricevute fiscali senza registratore telematico RT

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Stampante Fiscale RT Stampante Fiscale RT Custom

Eccoci arrivati ad un argomento molto importante e sul quale si fa molta confusione, quello sugli scontrini senza registratore fiscale RT. I primi a fare confusione sono proprio, a volte, alcuni commercialisti che, nemmeno sanno dell'esistenza di questa procedura.

In molti pensano che avere un registratore telematico RT sia l'unico modo per procedere alla memorizzazione elettronica ed alla trasmissione telematica dei corrispettivi ma questo non è assolutamente vero.

Lo dico fin da subito
è possibile fare scontrini e ricevute fiscali senza registratore telematico RT

Per farvi capire tutto devo fare delle premesse e devo spiegarvi alcune cose:

COME FUNZIONA IL REGISTRATORE RT

Il Registratore Telematico RT non è obbligatorio e permette di inviare all'Agenzia delle Entrate i documenti commerciali relativi agli incassi giornalieri in modo automatico a fine giornata. Al momento della chiusura di cassa, infatti, il registratore invia un file XML contenente tutti i dati degli incassi direttamente all'Agenzia delle Entrate, ottemperando così agli obblighi di legge e di comunicazione. È facile capire che, la vera obbligatorietà non è quella di avere in azienda un Registratore Telematico, bensì di comunicare all'Agenzia delle Entrate i corrispettivi telematici e le nostre ricevute fiscali elettroniche (e fatture elettroniche). La differenza è quindi molto rilevante!

COSTO DEL REGISTRATORE RT

Un Registratore Telematico RT, oltre al suo costo di acquisto iniziale, ti obbliga a sostenere anche costi di bollatura e manutenzione periodica (ogni due anni circa). L'investimento per un registratore di cassa, con le spese accessorie, può arrivare a costare centinaia di euro.

L'ALTERNATIVA GRATUITA

Ogni volta che l'Agenza delle Entrate introduce un nuovo obbligo fiscale, deve necessariamente dotare i commercianti anche di una soluzione gratuita per accedere al servizio di trasmissione dati dei corrispettivi. Esiste, infatti, nell'area riservata del portale dell'Agenzia dove si può, per ogni scontrino o ricevuta fiscale, compilare i dati di vendita ed emettere in tempo reale il documento commerciale elettronico sia al cliente che all'Agenzia delle Entrate stessa. Il problema è che è incompatibile con chi lavora col pubblico, perché, generare manualmente ogni singolo movimento scontrinato o fatturato, risulta essere molto complicato.

Fortunatamente, esiste una terza alternativa, che si sta sempre più affermando sul mercato: i software che permettono di generare, modificare ed inviare in tempo reale i documenti commerciali sia al cliente che all'Agenzia delle Entrate, senza nessun obbligo di acquisto del Registratore Telematico e, di fatto, evitando la farraginosa compilazione sul sito dell'ADE di ogni singolo documento commerciale!


Si può quindi inviare uno scontrino elettronico senza il registratore telematico RT? Sì perché l'Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione sul suo portale, nella sezione Fatture e Corrispettivi, il servizio per la creazione del Documento Commerciale Online, tramite il quale è possibile realizzare e stampare uno scontrino elettronico (che sostituisce anche la ricevuta fiscale) direttamente online senza un registratore telematico.

Tutti i software di cassa della Joomeph Ltd. sono stati già dotati da tempo di questo sistema automatico, basta solo configurare una stampante telematica virtuale inserendo le credenziali FiscOnline, recuperabili in pochi minuti, e il gioco è fatto, ci si interfaccia direttamente con i sistemi dell'Agenzia delle Entrate, e sarà quindi possibile creare e modificare sia documenti commerciali che fatture elettroniche.

Dal 1 marzo 2021 l'AdE non rilascia più le credenziali, come faccio?
Per i titolari di P.IVA non cambia assolutamente nulla.
Professionisti e Imprese potranno continuare ad utilizzare o richiedere le credenziali Entratel anche dopo il 1° marzo e fino alla data che sarà stabilita con un nuovo decreto attuativo.
Se sei in possesso dello SPID non hai bisogno di recarti all’Agenzia, effettua l’accesso tramite SPID e puoi richiedere il PIN, ti verrà consegnato immediatamente e sarai operativo in pochi minuti.

Letto 214 volte Ultima modifica il Domenica, 07 Luglio 2024 19:30
Altro in questa categoria: « Bloccare Call Center sui Telefoni fissi

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Joomeph Ltd.

ul. "Aleksandar Stamboliyski" 69

2700 Varosha, Blagoevgrad, Bulgaria

03044 Cervaro (FR), Italia

IVA/VAT/EIK : BG206301076

Copyright © 2000-2023 All Rights Reserved